La Natura in classe

  • Pubblicato il 10 settembre 2017

L'educazione ambientale in classe e nelle Oasi WWF. Il miglior investimento per il futuro.Anno scolastico 2017-2018Il WWF si dedica all’educazione ambientale nelle scuole da quasi 40 anni, distinguendosi ogni anno con una metodologia, un approccio e una preparazione degli educatori sempre al passo con i tempi. L'obiettivo dell'educazione ambientale non è quello di diffondere semplici nozioni naturalistiche o scientifiche, ma quello di suscitare nei cittadini una maggiore consapevolezza sui problemi dell'ambiente e una capacità e volontà di reagire al degrado.E' proprio per favorire il legame con l'ambiente, la capacità di leggerne i fenomeni, la cittadinanza attiva e la partecipazione che si costruiscono le molte proposte dell'Associazione rivolte alla scuola e ai ragazzi. La nostra iniziativa si caratterizza per lo sforzo di aprirsi al territorio, comunicando la complessità del reale e invitando all'intervento concreto. Il contatto con il territorio e la natura aiutano a sviluppare il pensiero critico, di contrasto alla crescente omologazione.Le uscite sul territorio, anche urbano, la visita ad una delle 3 Oasi della provincia, i soggiorni al Centro di Educazione Ambientale Casale Giannella, si affiancano alle lezioni in classe e all’utilizzo della tecnologie digitali che intervengono nel percorso didattico-educativo.Il repertorio didattico educativo dell’Associazione è talmente vasto da poter trattare tutti gli argomenti della nostra quotidianità, collegandoli e approfondendoli secondo le esigenze delle insegnanti. Difendere la natura e le specie più in pericolo, impegnarsi per ridurre gli sprechi, risparmiare energia, adoperarsi per una più equa gestione delle risorse della Terra, una corretta alimentazione, questi gli obiettivi del WWF.    Oltre ai temi proposti a livello nazionale, gli educatori WWF della provincia di Grosseto propongono progetti dedicati al mare e alla duna, al bosco, alla laguna, agli uccelli migratori, alla fotografia naturalistica, al cambiamento del territorio e delle culture. Ogni traccia è adattabile all’età e all’ordine e grado delle classi, può essere affrontata in Oasi, in classe e anche prolungata con il pernottamento al Casale Giannella. Gli educatori WWF porteranno nelle classi la natura e la passione per conoscerla e viverla con tutti i cinque sensi. Un approccio prima sensoriale, individuale, esperienziale, e poi didattico, conoscitivo. Un mettersi in gioco in prima persona, come protagonista attivo, come parte del grande libro della natura, con un numero infinito di pagine, che si rinnovano ogni momento. Lo scopo finale dei progetti didattici WWF è quello di sollecitare nei ragazzi la consapevolezza come cittadino di un mondo che ha sempre più bisogno di rispetto e di condivisione.Le nostre proposte sono rivolte ai docenti e ai ragazzi delle scuole di ogni ordine e grado, agli educatori, ai genitori e a tutti gli adulti che vogliano lavorare per un cambiamento culturale mirato a considerare l'ambiente come una realtà unica e preziosa.I Panda Club, cioè l’associazione di una classe al WWF per soli € 20 in cambio dell’ingresso gratuito a tutte le Oasi d’Italia e soprattutto del kit con i materiali didattici per lavorare tutto l’anno, i corsi di formazione docenti on line, il programma educativo tutto digitale Mi curo di te, le pubblicazioni, sono solo alcuni degli strumenti che il WWF adotta per raggiunge questi obiettivi (http://www.wwf.it/scuole/i_panda_club.cfm).Quest’anno proponiamo anche una o più giornate di educazione alla lettura con la scrittrice Giuliana Corea, autrice di libri di favole per bambini come Gli orsi della Luna e altre storie oLe voci del Parco. Le sue favole traggono ispirazione da fatti realmente accaduti, che serviranno a stimolare i ragazzi alla riflessione su temi di vita vissuta e di attualità quali la difesa dell’ambiente. Contatti:  ALESSANDRA CAPONI 3403395260  WWFEDUCAZIONEGROSSETO@GMAIL.COM              FABIO CIANCHI 0564 898829 F.CIANCHI@WWFOASI.IT                            presentazione didattica 2017-18.pdf