RITIRO DI SCRITTURA

  • Pubblicato il 12 settembre 2017

  Distacco significa trovare la distanza, sapersi porre lontani dal centro, saper prendere congedo. Nella gestione del processo creativo il distacco è pensabile come maturazione, sedimentazione dell’idea, gestione consapevole del materiale a disposizione. Nello scrivere, invece, distacco può significare straniamento, o contemplazione, o ancora riflessione. Esistono perciò numerose forme di distacco nella scrittura, e non si tratta solo di porsi ai margini, ma anche di lavorare sul proprio testo prendendone le distanze. Per questo, per scrivere, un luogo distaccato è funzionale: al distacco dalla vita urbana, dall’incessante partecipazione emotiva al mondo, dalla banalità della vita quotidiana. Serve una terra di mezzo, posta a metà strada tra due specchi d’acqua distinti per storia e funzione. Noi questo luogo lo abbiamo trovato in Maremma, in Costa d’Argento, uno dei posti meno densamente popolati di tutta Italia eppure pieno di varietà di paesaggi da cui farsi ispirare, dal meraviglioso all’inquietante. * Un fine settimana di soggiorno in un luogo isolato, con momenti di incontro e di lavoro individuale, con un editor a disposizione per il lavoro sul testo e come momento centrale il laboratorio AVERE UNA STORIA, ideato e condotto dallo scrittore Giorgio Vasta. Consentire la riflessione e l’approfondimento, la contemplazione e la descrizione, lavorare sulla propria attività di scrittura con l’estraneità necessaria: questi i princìpi guida del primo ritiro di scrittura organizzato da Effequ. * Costi - iscrizioni sul sito entro il 10 settembre Ritiro completo (Alloggio, vitto e laboratorio per i tre giorni): 350 euro Partecipazione esterna al laboratorio (sabato): 150 euro * Approfondimenti, programma e preiscrizione: http://www.effequ.it/ritiro-di-scrittura-in-maremma-distacco/