URBAN NATURE 2018

  • Pubblicato il 2 ottobre 2018

DOMENICA 7 OTTOBRE ‘URBAN NATURE’: Orbetello città “BIODIVERSA”.Dalle 10 alle 12 scoprire la natura in città, molto più ricca di quanto non si pensi. CON IL WWF PER DARE SPAZIO ALLA BIODIVERSITÀ IN CITTÀL’elisir di buona salute per tutti noi, e in particolare per i più piccoli, è nascosto nel verde urbano: è questo il principio dal quale dovrebbe partire la progettazione delle nostre città per restituire agli abitanti la ‘biodiversità perduta’ e dare finalmente valore alla natura, soprattutto nelle metropoli.È lo spirito che anima Urban Nature 2018, la giornata autunnale, che il WWF organizzadomenica 7 ottobre in tutta Italia con un grande coinvolgimento popolare e dedicata ad un nuovo modo di pensare gli spazi urbani. Urban Nature è patrocinato a livello nazionale dai Ministeri dell’Ambiente, dall’ANCI e dall’Assessorato alla Sostenibilità Ambientale del Comune di Roma. Si svolgerà in collaborazione con il MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, l’Associazione Nazionale Musei Scientifici (ANMS) e l’Arma dei Carabinieri e vedrà la partecipazione dell’AGESCI. L’evento è inoltre supportato da Procter&Gamble Italia.Quest’anno il WWF punterà i riflettori sugli effetti che provoca uno stile di vita condizionato dal vivere in un ambiente artificiale, dove la natura e la salute vengono spesso al secondo posto e dove i più piccoli sono anche i più colpiti. Si proporranno anche soluzioni, ideate soprattutto dai giovani, per promuovere e proteggere la biodiversità in ambito urbano da rilanciare ad amministratori, comunità, cittadini, imprese, università e scuole.Sulla necessità di un cambiamento degli spazi urbani a favore della salute dei più piccoli anche la comunità medica è ormai concorde: “Le nostre città non sono progettate per i bambini. In media l’80% degli spazi pubblici urbani è occupato dal traffico automobilistico, che ostacola la possibilità di movimento attivo dei bambini. Le uniche isole tutelate sono i parchi urbani, purtroppo insufficienti e spesso non curati. Tutti i bambini, e soprattutto quelli che vivono in condizioni sociali più svantaggiate, hanno però bisogno di un contatto costante con la natura per crescere in modo equilibrato. Incrementare questa disponibilità significa quindi migliorare il benessere dei bambini”.In occasione di Urban Nature il WWF lancerà un nuovo Report su “Benessere e natura: città verdi a misura di bambino”, un panorama sul valore della natura per il benessere umano, in particolare nell’ambito urbano, sugli studi degli effetti della natura e in particolare del ‘verde in città’ sulla salute umana e sul deficit di natura legato allo stile di vita dei giovani abitanti delle metropoli. Per sottolineare l’importanza degli alberi ‘amici delle città’ il WWF ha anche stilato una mappa delle 10 ‘funzioni principali’  che la natura urbana garantisce grazie alla presenza di parchi, ville e giardini pubblici e privati: dalla difesa dai picchi di calore dovuti al cambiamento climatico  all’estetica delle metropoli, dall’attrazione turistica all’aumento del valore immobiliare , tutti elementi fondamentali per il nostro benessere. Il report è stato realizzato dal WWF in collaborazione con l’Associazione Italiana Studi sulla Qualità della Vita (AIQUAV) che riunisce i migliori esperti che si occupano del benessere e della qualità della vita e con il contributo dell’Associazione Culturale Pediatri (ACP). Domenica 7 ottobre Urban Nature animerà circa 40 città italiane, piccole e grandi: l’invito ad un’intera giornata di festa della natura urbana è rivolto a famiglie, bambini, giovani, studenti, appassionati di natura e non, pubblico che frequenta i parchi, turisti e le tante comunità locali già attive da anni nelle aree urbane sul territorio in azioni concrete di difesa della natura.Le città di Urban Nature sono oltre 40 tra cui Torino, Milano, Firenze, Bologna, Palermo, Catania, Napoli, Salerno, Bari, Trento, Venezia, Catanzaro, Padova, Pescara. Si prevedono complessivamente circa 100 eventi. L’iniziativa sarà promossa all’interno di parchi urbani, oasi urbane e periurbane, giardini e orti condivisi, quartieri con spazi verdi diffusi, anche in collaborazione con l’Associazione Nazionale dei Musei Scientifici, con la quale il WWF ha un protocollo di intesa decennale e che sta promuovendo presso la sua rete di circa 200 Musei l’organizzazione di iniziative dedicate a scoprire la natura in città, dentro e fuori le strutture museali.Ad Orbetello al Parco delle Crociere i volontari del WWF in collaborazione con il Corpo della Forestale dello Stato alle 10 partiranno per una biciclettata per scovare tutta la natura “urbana” disponibile e inizieranno la “Biohunt”, una ricerca del vero tesoro: campioni o foto di esemplari vegetali o animali mai visti o mai studiati.  Una caccia al tesoro per svelare la parte più vitale della città, da conservare come elemento fondamentale per uno stile di vita migliore. La giornata si concluderà con un appuntamento alle ore 17:30 al Bosco di Patanella, nella Riserva naturale e Oasi WWF Laguna di Ponente di Orbetello con una passeggiata in attesa di godere del tramonto e apprezzare al meglio la natura che ci circonda.Per avere informazioni o prenotarsi scrivete a info@associazioneocchionoasi.it o chiamate il 340 3395260. Associazione WWF GrossetoGrosseto, 1 ottobre 2018